venerdì 13 luglio 2018

Coop Cannelloni Ricotta e Spinaci Coop Surgelati



Mi sono casualmente imbattuto in questo prodotto "precotto" a marchio Coop, si tratta dei  Cannelloni con ricotta e spinaci surgelati, esiste anche la versione "lasagnina", per informazione. Ad un prezzo onesto ed abbordabilissimo ho acquistato alcune confezioni di cannelloni, per prepararli al volo quando torno da lavoro durante la settimana. Ma non hanno resistito che poche ore.. Come mai?..
Una volta arrivati a casa, il desiderio è stato molto alto, me li sono sbattuti subito nel forno ventilato per una quarantina di minuti e poi belli caldi me li sono "sbafati".
Si è il termine giusto, così come sono caldissimi, risultano affogati in una  besciamella cremosa, avvolgente, saporita, equilibrata e densa.  Talmente buoni che ho fatto anche scarpetta con del pane del Mugello. Roba da raccontare...

Si ho mangiato solo una vaschetta, anche se viene precisato che sia una doppia porzione, ho consumato una vaschetta ed 1/4 della seconda, quindi ho riflettuto se fosse la porzione un po' insufficiente. Può darsi, magari consiglio di rafforzare la confezione, nel suo contenuto.
Il gusto è saporito, avvolgente, si mangiano con molto piacere si sente prima la besciamella, che prepara i cannelloni. Sfoglia ottimale, leggera e compatta, chiara, con una percentuale di uova equa, pasta interna di ricotta spinaci molto buona e per niente indigesta. Si mangiano davvero molto bene.
Sono venduti in una vaschetta adatta al microonde, che si apre al momento del consumo in maniera molto facile e senza problematiche. Buone sono le informazioni poste sulla base del contenitore, dove ingredienti, valori etici e nutrizionali, salutistici e sul produttore si alternano in maniera chiara e disinvolta.

   


Personalmente ho goduto al consumo di questo prodotto, che risulta un salutare sostituto del prodotto fresco e casalingo.

Sia come piatto unico, che compensativo ad un pranzo anche veloce e completo.
Questi Cannelloni ricotta e spinaci a marchio Coop , fanno la differenza in tavola.

Mi hanno davvero colpito che mi sono acquistato altre confezioni, o li amerete o li odierete per partito preso.Ne sono convinto..



lunedì 9 luglio 2018

Coop Acqua Minerale Naturale Grazia


L'estate si avvicina e bisogna affrontare le calde giornate, lunghe e faticose. Molti minerali se ne vanno, bisogna reintegrare con la giusta acqua.  Forse non lo sapete che le acque, assunte annualmente vanno variate e consumate diversamente durante le stagioni, che si susseguono. Per i periodi caldi e con le stagioni belle, consiglio di bere acqua a base minerali corpose, meglio se a base calcica, un po' per intenderci come brand Fiuggi, Acque della Salute, Ferrarelle e Lete, o Nepi. Insomma quelle con un gusto molto particolare e differenti da altre. Però quello che disturba è il prezzo di molti brand, che a pari di qualità e prezzo costano molto di più, a causa anche del nome e della pubblicità e dei costi logistici e produttivi, di quella a marchio Coop.
Si esiste la versione "proletaria" dell'acqua Lete?.. Si, si chiama è l'acqua minerale naturale Coop Grazia delle sorgenti di Acquasparta. Formato da 1.5lt.
Bevuta a temperatura ambiente è discreta e gradevole, fantastica se bevuta fresca si associata anche al limone, diventa in estate una bevanda gradevole e salutare.
L'etichetta dell'acqua minerale è in linea con il marchio Coop, trasparente e di alta qualità viene offerta ai consumatori con molta certezza. La zona provenienza è umbra. Date un occhio all'etichetta che ho inserito qui sotto..

Limpida, trasparente, incolore, dal sapore calcico, lievemente gassata e altamente digestiva e gradevole , ottima al naturale che mixata. perfetta fredda..
L'acqua minerale naturale Coop Grazia della sorgente di Acquasparta risulta per me indispensabile in estate e di solito per tutto l'arco della stagione,  il consumo famigliare risulta essere di circa 15 fardelli da sei bottiglie, mi piace e ci piace.. davvero..Per me è l'acqua top del momento. Tengo a precisare che non è molto facile reperire quest'acqua in tutti i punti vendita Coop , al caso richiedetela al responsabile del negozio e vedrete che arriverà..


sabato 30 giugno 2018

Coop Fiorfiore Limone Costa d'Amalfi I.G.P.


Parlare di limoni, in passato l'ho già fatto. Ma stavolta mi sono imbattuto in una variante interessante, del prezioso frutto da tavola e terapeutico. Ormai sappiamo tutto del frutto, risulta molto aspro al sapore, mischiato al dolce del sole che lo accarezza durante la sua esistenza, la sua corposità ed la robustezza che lo caratterizza, grazie all'aria, alla pioggia, ai venti che lo accarezza 24h su 24h.
Insomma del limone sappiamo tutto, anche che fa bene!..
Ma deve essere un limone "sano", compatibile con la natura umana, che lo consuma.
Non lo trovate giusto?....
Sul banco dell'ortofrutta del mio ex-ipercoop, ora superstore, mi sono imbattuto in questa variante di limone, offerta da Coop.
Si tratta di un prodotto che rientra nella fascia di "lusso, alta cura e qualità", di cui Coop si fa promotrice da anni, la cosidetta "FIORFIORE", la linea già conosciuta ed apprezzata dai consumatori, e dal prezzo leggermente più alto della linea classica.
Oltre a questa, firma di qualità di Coop, noto che il prodotto è anche certificato I.G.P.
Quindi la sua origine è protetta legalmente, un tassello in più per i controlli a campione che Coop Italia esegue spesso nelle filiere.

Questo limone è caratteristico IGP per la sua scorza diversa da altri tipologie di limoni, dal sapore equilibrato e vero, dalla compattezza degli spicchi che a raggiera compongono la metà del limone. Tutti elementi caratterizzanti, oltre che da la zona  e da la metodologia di produzione, che l'azienda capitolata è tenuta a seguire per legge.

Il "limone della Costa d'Amalfi" a marchio Fiorfiore viene venduto in un comodo e classico a rete, giallo, in un formato standard di 750g. L'etichetta di cui è dotata la busta riporta le informazioni sull'origine del singolo limone, dal produttore, dal lotto di produzione e da la data di scadenza, dalla denominazione del prodotto, con le informazioni che Coop offre ai suoi consumatori.

Una volta aperta la confezione, ho lavato accuramente un limone, con del bicarbonato ed acqua, risciacquato in acqua con spazzola a setole morbide, per riattivare il sapore ed il frutto stesso. Massaggiare con una spazzola un limone appena lavato, significa usare il frutto al 100%, riattivando l'odore infatti si riattiva tutta la biodinamicità del frutto, provate, avrà più sapore. Ho sbucciato il limone, ho conservato la buccia edibile per le mie ricette di cucine, delle prossime 24h. Ho assaggiato uno spicchio.
Mi è davvero piaciuto, equilibrato, profumato, corposo, aspro e vivace adatto ad un consumo giornaliero puro e semplice; oppure in una spremuta di agrumi. O nelle ricette di pranzo e cena. Ottima la buccia compatta che si lavora bene sia intera che sminuzzata.

Grossolanamente possiamo affermare che questi limoni I.G.P. della costiera amalfitana, risultano gradevoli, ottimali per un consumo diretto, con un buon apporto di vitamina C, nel brevissimo periodo, visto che questa tende ad essere idrosolubile.

Essendo Fiofiore si pagano più di altri offerti nel bancone, anche se alla fine preferisco quello sfusi dalla Sicilia, questi non mi dispiacciono e li ho acquistati.

Ma non ho trovato nessuna pecca o penalità?.. Non lo volevo dire, ma per essere trasparente ed sincero, indipendente consumatore di Coop. Una domanda me la sono fatta, visto che in Campania ed in Italia, l'agricoltura è intensiva, si fa un abuso di pesticidi. In quella regione esiste la cosidetta "Terra dei Fuochi", dove non esiste un vero e proprio limite all'inquinamento delle falde, dei terreni, delle coltivazioni. 
Una domanda mi sorge spontanea, ma questa agricoltura di cui Coop si serve in queste zone, anche se all'apparenza tutti i valori rientrano nei capitolati di Coop, è davvero sicura?..Se Amalfi sta su la costa , ed i fiumi scaricano in mare, mi chiedo ma i terreni saranno davvero sicuri, quanto inquinamento ci sarà davvero e  quanto sicuri saranno alla fine questi limoni?.. Una domanda che non potrà che generare risposte dubbie e barricate comunicative, unico modo di scappare dalle responsabilità?
Io mi fido di Coop, l'impegno vedo che ce lo mette e non poco. Ma i fornitori non saranno mai 24h su 24h controllati. Quindi la "creatività potrebbe andare fuori controllo?"..

Forza consumatori esigete sempre il meglio da la Cooperativa ,sicuramente ci darà il meglio..Almeno speriamo..




venerdì 29 giugno 2018

Coop Mix di Frutta secca (mandorle, nocciole, uva sultanina)


Girovagando per gli scaffali dell'ortofrutta del negozio Coop della mia zona ho trovato questo prodotto, che mi ha incuriosito.  Una mega busta, con quattro bustine più piccole al suo interno, con 120g di frutta secca, un mix perfetto per gli snack. A soli 2,99€. Mi sembra interessante..

Sto parlando del Mix di frutta secca Coop, bustine a cui interno è presente mandorle,  nocciole, noci e uvetta sultanina.. L'origine della materia prima rientra nel progetto della "QUALITA' SICURA COOP",  cioè sono presenti quei principi di produzione con cui Coop certifica i prodotti ortofrutticoli. Tutti questi alimenti infatti sono sottoposti alla coltivazione rispettosa dell'ambiente e del territorio. Si ha un utilizzo ridotto di agenti chimici, con limiti molto inferiori dalla la stessa legge, anche del 70%.
Si tratta il prodotto sono prima della raccolta e si conserva in basse temperature, senza sostanze chimiche. La certificazione della filiera è sottolineata ed attuata sempre su ogni lotto di produzione. 

Il Mix di frutta secca Coop si presenta in una bustina, in carta d'alluminio. La grafica è quella classica del brand cooperativo.  Sul retro ampie parti descrittive e didascaliche del prodotto stesso. Gli ingredienti sono posti in percentuali eque del 25% , come le Mandorle pelate,  Nocciole sgusciate,  Uva Sultanina. Inoltre in quantità esigua è presente dell'uva secca, dell'olio vegetale da semi di cotone.

Una particolare dissertazione può essere fatta per il prodotto, a livello degli apporti nutrizionali dello stesso.  Per 100g si ha un'apporto energetico di 579Kcal pari a 2398 Kj. I Grassi in generali sono presenti al 47,0g . I Carboidrati 22g . Sono presenti anche le fibre, le proteine ed il sodio in proporzione rispettiva di 8,1g; 13,0g e 0,02

Il testing è avvenuto senza molto stress, in maniera facile ho aperto la grande busta ed ho tirato fuori la piccola bustina da 30g ed ho gustato un buonissimo snack, molto gradevole, dove la frutta secca grazie anche alla presenza dell'olio di semi di cotone, non rimane attaccata tra se è ben separata in modo che si possa gustare. Il sapore secco delle mandorle, la croccantezza delle nocciole, la dolcezza dell'uva sultanina fa il resto..

Personalmente sollevo il pollice in alto e do il mio più completo assenso a questo prodotto, che risulta tra uno dei più sani, come ingredienti, tra gli snack attuali, segmento quasi confiscato dai celebri "Junk food", di cui questo si discosta ampiamente questo "Mix di frutta secca Coop".
Per il rapporto qualità prezzo, per la quantità proposta, il prezzo è sufficientemente equo, consiglio il suo acquisto massiccio, nei periodi di sconti periodici, per un risparmio migliore..



martedì 1 maggio 2018

I FIGHISSIMI di Coop dopo un'anno?..Tra collezionismo, moda, ecologia, mercato nero.


Non sono disinformato, o vivo in un altro mondo. Mi piace fare delle considerazioni ed analisi con il senno di poi, per poter aiutare a migliorare quello come socio consumatore le iniziative promozionali che sono un vero fenomeno..
Era circa Aprile - Giugno 2017, un'anno fa. Quando Coop Italia invase i punti vendita delle cooperative, gli scontrini dei rispettivi consumatori di splendidi magneti da collezione, che come soggetto avevano proprio i prodotti  a marchio Coop.
Bastava un acquisto minimo di prodotti a marchio Coop e si poteva ricevere alcuni di questi magneti realistici a misure ridotte.. Poi però oltre a "presente", veniva associata un codice promozionale, in una busta con il magnete, per vincere 500€ in buoni spesa, da spendere nei punti Coop preferiti. 
Sono molto demotivato lo so, non credevo di vincere niente, quindi i codici sconto che ho raccolto li ho appoggiati in un posto e qui dimenticati da un anno.
Ne ho trovati tanti avete visto?..Sono davvero sciocco a non averci provato?..Beh!..Io non ho mai vinto niente, e mi sono stufato di provarci..Direi che è stato un peccato.
Avrei  vinto?..Non so dirlo, ora il tempo di verifica è scaduto ed il sito dell'iniziativa è stato oscurato, e creato la nuova iniziativa, quella dei 70 anni di Coop..
Ma ora dopo la sfortuna, forse voluta, vorrei fare una considerazione, ma quanto è sarà stato speso per queste bellissime calamite?..Sicuramente molto poco, ma stampare , le buste e le cartoline nelle bustine?..Altrettanto poco.. Pensandoci però mi viene in mente che Coop poteva ridurre l'impatto ambientale, inserendo un codice casuale direttamente su lo scontrino dell'acquisto, in uno scontrino compilato nell'ambo le parti.. Si dimezzerebbero le masse di carta per il mondo.. Non vi pare..
Ma non voglio essere critico, e negativista, la promozione dei Fighissimi è stata una bella iniziativa. Tanto bella che di questi gadget esiste un mercato tutto volto al collezionismo, con costi d'acquisto davvero evidenti, insomma se clicca qui , puoi entrare in un mondo tutto a marchio Coop che farà capire quanto c'è dietro un semplice gadget..
I FIGHISSIMI di Coop?..Tra collezionismo, moda, ecologia, mercato nero.

70 ANNI CONCORSO DI COOP , vincono pochi perde l'ambiente

 Ogni operatore commerciale, per recuperare clientela fa qualsiasi cosa, crea qualunque iniziativa "positiva" per ricavare degli introiti ulteriori ai propri guadagni, questo è naturale e fisiologico, pacifico e comprensibile. Occasione graditissima questa dei 70 anni di Coop, per creare un piccolo concorso, di poche settimane, dedicate quelle della primavera 2018, dove a fronte di 10€ di spesa, limite interessante e gradito ai consumatori, si può, come si dice tentare la fortuna, con dei bigliettini misteriosi ..
Come potete vedere nella foto in alto, le linee guida del concorso sono chiare e trasparenti, e tutti sono invitati a partecipare, chi è socio ha anche un motivo in più per farlo. Si vince al negozio ed a casa. Premi interessanti in natura, simbolici, per ringraziare la fedeltà del socio, oppure estrazioni importanti e misteriose di buoni acquisto, ma è tutto presente sul sito : https://70anniprodottocoop.it

Tutto fantastico, a prima vista ma pensandoci bene questa iniziativa potrebbe essere migliorata e potenziata. Direi che la consegna dei coupon con i codici è un po' desueta e poco ecologica, dispendiosa per il ritorno..Non credete?..
Personalmente avrei fatto un piccolo programma aggiuntivo alla contabilità delle casse, dove a fronte di ogni acquisto vi fosse generato un codice sconto o un codice promozionale causale, auto-generato univico, direttamente sullo scontrino del socio, si sarebbe  evitato questi coupon.. Cosa anche interessante, sarebbe stato anche la segnalazione degli omaggi vinti anche tramite lo stesso sistema, ponendo la possibilità di generare degli scontrini fronte tergo, come alcuni brand della GDO ormai utilizzano da tempo; ponendo le informazioni fiscali e non e le informative al socio.
Il risultato sarebbe stato migliore; la spesa per produrre codici si sarebbe ridotta, alla sola generazione dello scontrino di acquisto, cosa che sarebbe stata anche più apprezzata da parte dei soci, che si sarebbero trovati con meno carta da gestire e gettare, ci sarebbe stato meno impatto ambientale ed i risultati sarebbero gli stessi. Sicuramente ci sarebbe stato qualcuno che avrebbe storto il naso, magari perchè comprendeva poco il proprio documento d'acquisto, ma sarebbe stato un polmone insignificante di soci consumatori.
Ho acquistato presso Alleanza 3.0, Unicoop Firenze, Coop Unicoop Tirreno, ma non ho ancora vinto niente. Ho passato i codici online ma non sono stato fortunato. Quindi ora mi chiedo ma questi cartellini posti in questa foto qui a seguito, cosa debbo farne?..Buttarli?
L'impatto ambientale aumenta e non capisco a volte i controsensi etici di cui Coop è pervasa.. Si parla tanto di ecologia, di km zero, di prodotti sfusi per contrastare l'imballaggio e vengono generati altri pezzi di carta e cartoncino leggero?..In questo modo l'impatto ambientale è certo aumentato a scapito della salubrità dell'ambiente..
Qualcuno accennerebbe la difficoltà di alcuni soci, magari anziani?..Sono concetti retrò, già in questo modo, con la diffusione dei cartellini, si possono utilizzare macchine multimediali del nostro tempo, magari qualche cartellino in meno e qualche manifesto in più farebbe da promemoria ai consumatori e sarebbe meno impattante per l'ambiente.
Da socio sono un po' preoccupato dall'incoerenza di alcune iniziative..Consiglio chi mi legge di riflettere su quanto scritto, se si dice di essere ecologici siamolo fin in fondo?
Comunque bella iniziativa, ma troppa cartaceo a giro..

venerdì 27 aprile 2018

Coop Crescenza di Capra.


...Non sono un consumatore incallito di latte di capra, ma mi sono incuriosito perchè ho sentito che è molto salutare, digeribile e meno invasivo per il nostro organismo del latte di mucca.  Gironzolando per il banco frigo Coop ho trovato anche una crescenza a marchio, di latte di caprino. 100g.  La materia prima proviene dagli allevamenti delle capre piemontesi e si distingue dal suo gusto delicato, per la sua alta digeribilità, la naturale ricchezza di elementi come calcio e fosforo utili alla salute umana.
Come potete notare nella foto seguente è stata prodotta da Caseificio Pugliese F.lli Radicci S.p.a. di Lauriano (TO) per Coop Italia di Casalecchio (BO).




Distribuito tramite il marchio Coop, questo formaggio è a pasta molle e presente una confezione classica da latticini, la bustina bianca, con le informazioni organolettiche del prodotto. Porzionatura da  100g è molto penalizzante, anche se alla fine sufficiente per i non golosi, per altri molto insufficiente. Di seguito un essenziale lista della tabella dei valori nutrizionali in busta:

Calorie Kcal 235;  Sale 0,6g; Grassi totali 18,3g; Potassio 0mg; Saturi 13g; Carboidrati totali 1.8g; Proteine15,1 gColesterolo68 mg  Fosforo 383mg, Calcio 476mg.

Ottima spalmata su pane casareccio e fresco. Splendida assieme ad un semplice contorno fresco, utile inserita in ricette di panini farciti e verdure di stagione o locali saltate in padella o fatte al forno. Adatto per una cena frugale o un pasto medio, anche di fl'ortuna.
Questa crecenza di Capra offre l'opportunità di testare e gustare l'alternanza al classico "stracchino o crescenza di mucca"..

Buono adatto anche per gli intolleranti al latte di mucca ed affini.


Coop Fiorfiore - Pomodorino Oblungo Dunne

In un mondo sempre più sfruttato, e poco curato; dove l'agricoltura intensiva ha levato la qualità, la salubrità ed i sapori dei prodotti coltivati; in un sistema di agricoltura imprenditoriale a volte senza scrupoli e senza limiti di sfruttamento di etica, di lavoro, di prodotti chimici. A volte possiamo trovare le eccezioni, in apparenza positive. Certo da consumatore non ho la facoltà di fare dei test organolettici a casa, ma  mi piace certo variare nella mia alimentazione e testare prodotti che appaiano interessanti ed apparentemente di qualità. 

Mi sono trovato di fronte a questo prodotto e me lo sono acquistato un paio di volte, si tratta del  "Pomodorino Oblungo Dunne di Pachino " a marchio Fiorfiore. 
Si presenta in una porzione molto contenuta dal numero specifico di pezzi, tutte le confezioni sul banco avevano lo stesso numero. 
Naturalmente la linea a marchio della Coop in questione ha sempre una marcia in più o
dovrebbe averne una tale, non sempre confermata, anche dal sottoscritto, ma sopratutto dai consumatori.



Sono dodici pomodorini adagiati in una vaschetta areata e chiusi da un semplice nastro che ne denomina la marca e linea.  Il peso fisso è di 250g.
E' prodotta da un'azienda sconosciuta al nord, ma selezionata da Coop Italia sul territorio di Pachino, origine della materia prima. Si tratta della Aurora OP. della di Pachino (SR).






Il prodotto una volta acquistato è stato posto nel frigo di casa per qualche giorno, nel ripiano adeguato alla temperatura consigliata. I pomodorini si sono ben conservati, la cosa mi ha fatto sorgere dei dubbi, mi sono detto: "quanti conservanti ci saranno?".... Poi il prodotto dopo una decina giorni ho visto deteriorarsi lentamente, il classico ammosciamento fisiologico, la perdita di liquidi  classica insomma.  Ma come l'ho testato?...

A parte il vedere demolire parte delle mie vaschette. Ho utilizzato questo prodotto, dopo una profonda lavatura  e rigovernatura; a freddo, con la rucola, del buon olio, sale marino, ed aceto balsamico; un po' di pane tipo "bozza di prato integrale". Sia intero che
a fette. Nella seconda versione lo sconsiglio si perde il contenuto ed un po' di acqua. Per assaggiarne tutte le qualità organolettiche, meglio è degustarlo intero. Ho utilizzato anche due o tre su di una pizza classica: salsa di pomodoro, mozzarella, origano; la loro aggiunta ha dato una notevole qualità al prodotto finale. Consigliatissimi..
Dal sapore dolce, completo, acquoso, con un misto di durezza, compatezza, freschezza e morbidezza interiore, il "Pomodorino Oblungo Dunne Pachino" mi ha soddisfatto e mi è sembrato da profano consumatore medio e non da chimico crimonologia alimentare, un buon prodotto, da utilizzare nei momenti particolari o durante eventi mondani per mostrare la propria "potenza sociale a tavola ed il proprio stile impeccabile"..
Assaggiatelo con pepe ed olio..e sale..al naturale..Rimarrete sconvolti..

lunedì 2 aprile 2018

Coop Origine: Latte Fresco Italiano Parzialmente Scremato

 Il marchio Coop a fasi alterne?.. Non so proprio che dirvi, ma nel segmento dei latticini, la cooperativa sembra avere un occhio di riguardo, forse ci sono molti amanti del settore, chissà?...
...Era un pomeriggio tardi e mi serviva una scorta piccola di latte fresco, me ne sono sceso al negozio che ho vicino casa. Una volta entrato mi sono recato al banco frigo del latte, zona latticini e uova,  tra l'ampia offerta mi convinco all'acquisto di un paio di litri di questo latte a marchio Coop. 
Avevo bisogno di un "parzialmente scremato", poi ho guardato la scadenza ed il prezzo. Ho scelto questo latte. L'attenzione è andata su questo brand...
Si tratta del latte Parzialmente Scremato, Coop Origine ed è latte fresco italiano, dove la
la filiera della tracciabilità della materia prima risulta essere totale, senso di alta qualità.
Questa linea del brand Coop è stata creata utilizzando latte da mucche che hanno una specifica alimentazione delle mucche , con l'esclusione degli O.G.M., selezionando in maniera accurata gli allevamenti ed i fornitori di mangini. I controlli sul prodotto sono rigorosi, sia di legge che facoltativi. Questa cosa mi da molta fiducia e per poco più di 1.50/60€ la bottiglia, mi prendo la mia fornitura. Ma vediamo nel particolare questo "beate latte".
Il latte venduto da Coop è posto in bottiglia PET, sarebbe stato il top se fosse in bottiglia di vetro, ma capisco che il prezzo aumenterebbe, ma sarebbe consigliato. L'etichetta è molto chiara, molto approfondita, ampiamente certificata, con un buonissimo livello d'informazione.
Riguardo agli ingredienti potete vedere la foto che ho postato, penso siano molto chiari.
Nel particolare però per 100ml di prodotto si potranno trovare un energia di 200Kj pari a 48kcal; i grassi 1,6g; Carboidrati 4,9g; Fibre 0g.; Proteine 3,4g; Sale 0,13g; Calcio 120mg.
Un importante angolo informativo è dedicato all'introduzione del consumatore al prodotto
latte.

Questo latte Origine Parzialmente scremato, in formato da 1lt è prodotto da Padania Alimenti s.r.l.; nello stabilimento di Casalmaggiore di Cremona.

Il mio test di questo prodotto è andato liscio, è stata una conferma del marchio, che mi ha certificato la sua bontà negli alimenti semplici. Gradevole nel sapore, nella corposità e nel colore e nel suo odore, il latte fresco a marchio Coop della linea Origine è consigliatissimo e indicata un utilizzo contenuto, poichè è sempre un prodotto a base proteica animale, che nella piramide alimentare ha una posizione precisa, da mantenere.
Bianco latte, scende bene, fresco si beve bene. Non ha bisogno di dolcificante. Un latte freddo prima di dormire è sempre il top. A caldo il latte si comporta benissimo. Bolle fa una crema densa che appoggiata assieme al caffè caldo nella tazza, crea una situazione ''cappuccinesca", fantastico questo prodotto adatto ad essere lavorato che consumato al naturale.

giovedì 22 marzo 2018

Fiorfiore : Macchina per caffè Mod: CN-Z0209

Dopo circa quattro o cinque anni di capsule a marchio Fiorfiore, il marchio Coop l'anno scorso ha tirato fuori un ennesimo modello. Stavolta si tratta della CN-Z0209 una macchinetta per le capsule dalle dimensioni molto contenute, con un serbatoio dell'usato ridimensionato, nei modelli precedenti entravano 14/15 cialde ora ne entrano solo 11.
Si autospegne dopo circa mezz'ora di inutilizzo.. Il prodotto è molto leggero ma robusto,
dalla carrozzeria resistente e pratica. è una buona riuscita, anche se il passato non lo si può dimenticare..


Scheda Tecnica reperita sul sito Cooponline, che qui a seguito riporto con molto piacere per aiutare una valutazione d'acquisto


Cosa mi ha colpito?..Beh!..I caffè sono buoni se sono fatti in maniera quasi continuativa, quindi sono macchine adatte ad un attività mediamente intensa. Si pulisce molto bene perchè si può smontare, ma è una delle prime caffettiere a marchio Fiorfiore Coop che viene direttamente importata, le prime erano quelle prodotte direttamente in Italia, secondo migliori di queste. Sia perchè costruite con differenti materiali, che di design e praticità forse di efficienza migliori. C'è di positivo che l'utilizzo della "Macchina per Caffè Espresso a Capsule" ha un buon materiale di utilizzo, il caffè che si sta arricchendo di miscele davvero interessanti e degne di nota, che vengono risaltate al consumo.

Visto che il prodotto è d'importazione, non vi è presente la dose omaggio anche minima delle cialde, come negli altri modelli precedenti. Consiglierei di offrire assieme alla macchina un buono di acquisto su di una fornitura di cialde, sarebbe un bel incipit all'acquisto per i consumatori. Anche se il prezzo della CN-Z0209 risulta nella media, consiglio il suo acquisto durante le fasi di promo per i soci. Si rischia di acquistarne due al prezzo di uno, cosa molto interessante se si ha un utilizzo frequente.
Consiglio di aumentare le offerte del caffè, magari con miscelazioni particolari presenti anche in altri brand commerciali. 
Questa caffettiera è nella media, acquistabile, se abbiamo rotta la nostra vecchia amica, oppure adatta per fare un bel regalo di Natale a qualcuno caro..
Se in promozione io ci posso stare...

Coop Solidal Rose

E' Passato San Valentino, ma non sono passati gli incontri galanti ed doni di apprezzamento, per chi volete bene o chi vi interessa.. Io ero rimasto un po' indietro con i regali di San Valentino, dopo la gioielleria (piccolo pensiero), mi sono avanzate pochi euro nel mio budget, quindi ho acquistato un piccolo mazzo di rose rosse alla Coop. Dopo l'acquisto mi sono accorto essere un prodotto a marchio Coop, della linea Solidal, quindi perchè non dire la mia opinione d'acquisto?..

Queste rose vengono dal Kenya, una zona del mondo votata per la coltivazioni di questi fiori, in quanto la manodopera è molto conveniente e spesso sfruttata. La linea Solidal mi garantisce che chi ha mi ha venduto il prodotto, non è stato sfruttato o sfrutta personale per la sua coltivazione, distribuzione e creazione. 

In carta classica trasparente, sono marchiate Solidal Coop, sono 5 rose a stelo da 60cm al 
prezzo di 4,90€ e sono presenti nella zona dei ''fiori recisi'' nel punto vendita più fornito.

Quando acquistate si dimostrano profumate, in perfetta forma e degnamente presentabili. Al mazzo è allegato un conservante per quando si pone i fiori nel vaso.

Come si usa?..si apre la bustina, prima si cambia l'acqua, poi si recide un pezzo di gambo del fiore ed il fiore si nutre..

Una volta rinnovata l'acqua, se si osserva attentamente i fiori, questi si muovono lentamente e si alzano, una bella immagine, che fa oltre che piacere, anche un po' di malinconia pensando che questi bei fiori sono ormai destinati a morire nel tempo...

Un grande dubbio quindi...fiori recisi o vaso di fiori?..Io preferisco i secondi, ma come fare?..mazzo di fiori o vasi fiori alla tua bella?

Vi ho presentato questi fiori, che a mio parere sia doveroso acquistare se vogliamo oltre che un prodotto di qualità e durata, aiutare popolazioni bisognose di crescere, nei valori e nella civiltà del lavoro corretto. Un modo per aiutare direttamente popolazioni direttamente a casa propria..Un bell'esempio grazie a Fairtrade e Solidal Coop


Coop: Padella in Ceramica

 Non sempre mi serve roba da mangiare, spesso apprezzo acquistare prodotti a marchio, di lunga durata, un prodotto, o meglio una linea di alta qualità è sicuramente quella che Coop offre nel campo delle padelle. Mi servivano due padelle grandi alla mia cucina, un diametro 30 cm ed una da 24cm. Tra quelle classiche in teflon, quelle nere  per intenderci, spiccano quelle della linea in ceramica, a sfondo bianco e color mattone.
Si presentano bene, perchè ben esposte al punto vendita, il consumatore ha una buona panoramica di confronto con altri marchi e modelli, e rispetto alle misure. Le spiegazioni poste nella fascia di cartone è ampiamente esaustiva, in linea con il marchio Coop. Di seguito vi posto tre foto esplicative.


Come si usano?..una volta lavate con acqua e sapone, si asciugano e si pone un piccolo filo d'olio d'oliva, durante l'uso non usare prodotti abrasivi per maneggiare il fondo della padella, quindi il classico legno è benvenuto. Si sciacquano con acqua calda e con una spugna non abrasiva, consiglio di limitare il sapone e di usare del buon succo di limone, spargerlo aiuta a moderare gli odori non buoni. Ad ogni utilizzo ripetere il lavaggio, e la posizionatura dell'olio d'oliva.



Il risultato è una produzione di cibi molto poco grassi, leggeri e salutari, se ben curata, la porcellana non rilascia prodotti dubbi per la salute. Mi sono piaciute queste padelle e mi sento un po' più sicuro da altri modelli. Segnalo che questi prodotti a marchio sono stati creati da un marchio specializzato nel settore delle pentole e pentolame, la celebre TVS s.p.a. di Fermignano di Padova.


Un buono acquisto è stato per me, con il tempo la loro robustezza e la loro qualità sono risultate al di sopra delle mie aspettative, quindi consigliarle per il loro rapporto qualità/prezzo mi risulta naturale...Che dire...Se volete risparmiare senza perdere in qualità e rispetto per la salute.. Acquistate queste belle padelle.

Coop Fiorfiore : Tortellini alla Bolognese

 I tortellini sono una pietanza della tradizione, piatto per  pranzi e cene famigliari... Mangiati a crudo con del buon vino, tipo un lambrusco o un barbera, porta assaporare tempi antichi e semplici; con un ottimo brodo di cappone, di manzo o pollo si esalta la cultura della festa e della comunità. Tortellini elementi di un menù da non perdere....
 ..Nel marchio Coop ci sono già alcuni esempi di tortellini, di media qualità, e dal prezzo davvero molto contenuto, la cui perfezione non arrivava mai a soddisfarmi, un po' perchè chi li produceva non erano proprio tradizionali, nella mia zona li produce la Voltan per Coop italia. Cercavo qualcosa che mi soddisfasse, e come mi avessero sentito, la linea Fiorfiore propone questi Tortellini alla Bolognese.. Davvero molto buoni e gradevoli, da un prezzo molto più alto dei loro predecessori, ma la qualità si paga non trovate?
 La confezione è ampiamente esaustiva e completa di informazioni di legge e rispecchianti la qualità del marchio Coop.  Sono davvero buoni offerti in una vaschetta chiusa ermeticamente, da utilizzare una volta, senza avanzi, dal formato di 250g.
I tortellini sono stati creati con uova da allevamento a terra, la loro cottura è di circa 2 minuti nel brodo. E sono stati prodotti da Reggiana Gourmet S.r.l di Bagnolo in Piano (RE).
 Sono davvero un punto di riferimento del segmento commerciale, sono di alta qualità sia nella pasta, compatta, liscia/ruvida, sottile a velo, l'impasto al suo interno non risulta che gradevole e morbido, non compatto e per niente grasso. In molti casi, con altre marche si sente una certa compattezza dell'impasto che rende il tortellino immangiabile e non gradevole. Cosa che con questo a marchio Fiorfiore è decisamente evitato.
 Una volta buttati nel brodo, si attende pochissimi minuti, fino al galleggiamento dei tortellini, e via spenge si serve in un classico contenitore di servizio, magari in ceramica.
Se uniti ad un buon parmigiano reggiano, si esalta la qualità del prodotto.  Un vecchio detto diceva : "vino e minestra, dottore alla finestra", perciò non voglio consigliare nessun vino, con questo brodino caldo.. Ma i tortellini alla Bolognese a marchio Fiorfiore sono la garanzia della tradizione, con ingredienti chiari in confezione, dall'origine certo. Per me sono i numeri uno.. Ne ho acquistati per l'ultime festività natalizie e per qualche domenica in famiglia..

Coop d'Osa : Preparato per Focaccia con Farina macinata a pietra

Dopo aver ricevuto questo prodotto, come tester, mi sono deciso a raccontare la mia esperienza diretta. Si tratta di una nuova linea di prodotti "pronti" per la lievitazione e la forneria; è la linea Coop "d'OSA", un modo facile per cucinare qualcosa di presentabile per i nostri momenti sfiziosi o per i nostri ospiti.
Infatti la linea D'osa a marchio, offre una gruppo poliedrico di prodotti indispensabili alla cucina della tradizione, o a quella fast delle giovani generazioni, riuscendo a recuperare il sapore ed il gusto di un prodotto fatto in casa.. Si passa dall'amido di mais, la fecola di patate, dal cacao amaro e zuccherato in polvere fino a passare al lievito vanigliato ed a farine particolari, adatte a fare il pane in casa, i dolci, le pizze, le focacce e tanto altro..
L'offerta della linea è molto ampia e completa. Tra la linea D'Osa, ho scelto di testare il preparato per focaccia...

 Questo prodotto è distribuito in formato da 500g. in comoda busta trasparente, con ampie zone informative, in linea con il brand Coop. Sul retro si ha un'ampia parte didascalica, dove vi sono scritte le informazioni di come si preparara la focaccia desiderata..Qui a seguito il particolare in foto, a chi è interessato..
Questa farina è prodotta per Coop Italia, da Ruggeri Srl, nello stabilimento di Maserà di Padova. La relativa tabella nutrizionale è ben presentata sulla confezione, e per 100g si avranno:
Energia________________________ 1527kj/361Kcal
Grassi_________________________________1,7g
Carboidrati______________________________70g
Fibre__________________________________7,3g
Proteine___________________________19g
Sale______________________________0




Una volta aperta la busta, ho preso un'impastatrice ed ho miscelato 300ml di acqua, 10 g. sale, e due cucchiai d'olio alla farina presente. Una volta attivatà il prodotto è stato una pasta vivace molto compatta, liscio ed elastico, senza alcun "bozzolo", sicuramente l'attività meccanica del mio elettrodomestico ha fatto un ottimo lavoro. Ho lasciato riposare una mezz'oretta l'impasto ed una piccola parte l'ho congelato come base "pasta madre" per altre volte. Poi ho steso la massa di pasta in una teglia unta alla base, con del EVO,  e poi coperta per lievitarla un po', durante la lievitazione, ho bagnato con un pennello la pasta con acqua e sale. In seguito ho messo la pasta in forno a 230° per circa 18 - 22minuti... Ho posto sulla superficie del sale grosso e del rosmarino, poi tirata fuori ho spolverato con del buon olio d'oliva e servita.

 ..A prescindere che il prodotto è adatto a chi sa qualcosa di cucina, non è però difficoltoso nel suo utilizzo. La resa è una focaccia, alta ma morbida e leggermente panosa. Il risultato ha creato un buon pane di media qualità, ma non proprio deludente. Che risulta un buon supporto per una merenda buona, assieme a qualche affettato, e come pane ulteriore nel desco famigliare di tutti i giorni.. Insomma Questa farina per focaccia mi ha convinto e mi ha piacevolmente coinvolto, sicuramente riascquisterò il prodotto che ho provato.. Teniamo conto che questa farina è un prodotto macinata a pietra, quindi ha un particolare sapore..